Acido Mandelico


Parlano di lui come un fedele alleato della bellezza femminile:

l’acido mandelico

 

L’acido mandelico (estratto di mandorle amare) ha messo piede nella cosmesi da una cinquantina di anni, suscitando immediatamente l’attenzione di moltissimi ricercatori; tant’è che, ancora oggi, costituisce un prestigioso ingrediente cosmetico utilizzato per schiarire ed esfoliare la pelle.

ricostruzione-unghie-redazionali-acido-mandelico-622x422

In quali circostanze viene utilizzato l’acido mandelico?

  • Trattamento dell’acne volgare in corso o per assottigliare cicatrici acneiche: indicazione per eccellenza dell’acido mandelico (grazie alle sue proprietà antibatteriche)
  • Trattamento delle discromie cutanee (es. macchie sulla pelle) legate al photo-aging
  • Miglioramento di segni e sintomi legati all’acne pustolosa/papulosa
  • Trattamento ricompattante della pelle e illuminante dell’incarnato (perfetto anche su pelli abbronzate, perché ravviva il colorito)
  • Trattamento detossinante della pelle
  • Trattamento antirughe (rimedio contro le rughe superficiali)
  • Idratare la pelle in profondità (in associazione ad altre sostanze, come l’acido ialuronico o l’allantoina)
  • Durata trattamento: circa un’ora

 

ricostruzione-unghie-footer-redazionale2-870x238